> Ultime notizie
  > Canale YouTube ACOI
  > Twitter ACOI
  > Pagina Facebook ACOI
   
  > Archivio News 2018
  > Archivio News 2017
  > Archivio News 2016
  > Archivio News 2015
   
 
>
>
   
   
   
   
   
   
 
 


  > NOTIZIE SITO ACOI  
     
 
Ricerca nel titolo   
 


  Numero 2285
Tipo notizia RASSEGNA STAMPA 
Pubblicato in data 21/12/2017
Promotore: Ufficio
Sito web    
     
  21/12/2017  - LEGGE BILANCIO. ECCO UNA SINTESI DI TUTTI GLI EMENDAMENTI APPROVATI DALLA BILANCIO SU SOCIALE E SANITÀ
Un dossier utile per capire le molte novità introdotte durante l’’esame in Commissione. Dalle norme più note su ricercatori e Ria a quelle di cui si è parlato meno come la proroga di altri 12 mesi agli ospedali delle zone terremotate per adeguarsi ai nuovi standard ospedalieri previsti dal DM del 2015.

Condividi Link http://acoi.it/area_arancio/notizie_dettaglio.aspx?id=2285 Filtra  


  Numero 2286
Tipo notizia RASSEGNA STAMPA 
Pubblicato in data 04/10/2017
Promotore: Ufficio
Sito web     Allegato
     
  04/10/2017  - LA NAZIONE DI FIRENZE SU ACOI E I GIOVANI
L'occasione: l'inaugurazione di un nuovo blocco operatorio del'Ospedale Careggi. L'argomento: il futuro dei giovani chirurghi e il problema dell'accesso al mondo del lavoro. Potete leggere la posizione del Presidente Marini sull'articolo del quotidiano (in allegato).

Condividi Link http://acoi.it/area_arancio/notizie_dettaglio.aspx?id=2286 Filtra  


  Numero 2287
Tipo notizia RASSEGNA STAMPA 
Pubblicato in data 28/07/2017
Promotore: Ufficio
 
     
  28/07/2017  - INQUALIFICABILE AGGRESSIONE AD UN CHIRURGO FOGGIANO
L’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani (ACOI), nella persona del suo consigliere nazionale Marco Ulivieri, esprime piena e profondissima solidarietà al collega Francesco Vitulli, insultato e aggredito fisicamente pochi giorni fa, mentre svolgeva il suo lavoro con la consueta dedizione e scrupolo.

Il chirurgo, che ha riportato la frattura delle ossa nasali, era in servizio nelle corsie degli Ospedali Riuniti di Foggia quando è stato assalito dal parente di un ricoverato, scontento dell'assistenza prestata al congiunto.

“Non è solo questione - precisa Ulivieri - di condannare senza appello un gesto esecrabile, che non ha e non può avere attenuanti di sorta, e neppure di associarsi convintamente alla richiesta di ripristinare accettabili condizioni di sicurezza presso il nosocomio foggiano ed in generale per i luoghi di prevenzione e cura". “Quello che va sottolineato con maggiore forza - dice ancora il consigliere Acoi - è l’abisso culturale nel quale vanno sporofondando da alcuni anni in qua i rapporti fra il medico e il paziente. Un drammatico mix di subcultura, di informazioni assorbite senza vaglio critico, di sensazionalismi miracolistici e ricerche di capri espiatori.”

“Agli operatori dei media - conclude Ulivieri - intendo rinnovare l’appello perché moltiplichino sorveglianza e ponderatezza quando informano doverosamente l’opinione pubblica su quanto accade in campo medico e sanitario. Credere che la medicina possa tutto e che i suoi fallimenti dipendano necessariamente da imperizia o indifferenza del medico è il veleno che alimenta atti scellerati come quello di cui ha fatto le spese il mio amico e collega. Per combatterlo sono necessarie azioni di diffusione della conoscenza e di miglioramento del dialogo al quale associazioni come quella che rappresento danno fin d’ora piena disponibilità.”.


Condividi Link http://acoi.it/area_arancio/notizie_dettaglio.aspx?id=2287 Filtra