REGIONI - Comunicazioni

REGIONI - Comunicazioni

REGIONI - Comunicazioni

COMUNICAZIONI REGIONALI Anno 2021

Seleziona la tua regione


Newsletter dicembre 2021, conclusione incarico coordinatore regionale 2017-2021
di Portale Giuseppe Veneto
Numero 642 del 02/12/2021

Newsletter dicembre 2021, conclusione incarico coordinatore regionale 2017-2021
di Portale Giuseppe Veneto
Numero 643 del 02/12/2021

ERAS: PRESENTE E FUTURO
di Segreteria Piemonte
Numero 641 del 16/11/2021

CONGRESSO TRIREGIONALE ACOI
di Segreteria Liguria
Numero 639 del 28/10/2021

MARCO SCATIZZI PRESIDENTE ACOI!
di Giannessi Sandro Toscana
Numero 638 del 23/10/2021

Cari amici, come sapete Marco Scatizzi è il nuovo presidente nazionale ACOI. E’ stato eletto in occasione del 39esimo Congresso che si è svolto, finalmente in presenza, dal 17 al 20 ottobre a Milano. E’ stato un grande evento scientifico, al quale hanno partecipato oltre 3.200 congressisti e 500 ospiti. Gli elettori sono stati oltre 2.100 ed hanno eletto Marco Scatizzi alla Presidenza e il nuovo Consiglio Direttivo della nostra Associazione
Consentitemi di esprimere grande soddisfazione per il risultato elettorale e non soltanto per l’amicizia e la stima che mi legano a Marco ma anche perché sono certo che lui e il nuovo Consiglio Direttivo sapranno, nella continuità con la precedente gestione, dare un grande contributo all’ulteriore crescita della nostra professione – la più bella del mondo – alla tutela professionale e alla formazione dei giovani chirurghi e al bisogno di salute dei nostri pazienti!
Un grande ringraziamento agli amici Scandroglio e Baldazzi, i Presidenti del congresso di Milano, che col loro impegno ci hanno dato la possibilità di partecipare a questo grande evento scientifico, nonostante le note difficoltà!
Ma mi preme in particolare ringraziare tutti Voi amici e colleghi della Toscana che avete partecipato in grande numero al congresso, con contributi sempre di alto livello, e con grande passione alla competizione elettorale. Grazie a tutti!
Complimenti Marco, un abbraccio e buon lavoro per ACOI! Le battaglie da fare e i problemi da risolvere sono e saranno molteplici; noi della Toscana saremo certo tutti in prima fila al tuo fianco in questa nuova, difficile ma emozionante sfida!

Sandro

Sandro Giannessi
Coordinatore ACOI Toscana




















WEBINAR ACCREDITATO_19 MAGGIO 2021_CHIRURGIA POST COVID IN ABRUZZO
di Segreteria Abruzzo
Numero 616 del 17/05/2021

La Chirurgia in tempo di CoViD - Ostacoli da abbattere per riprendere la nostra attività
di Carrara Alessandro Trentino Alto Adige
Numero 612 del 19/04/2021

L’attuale pandemia ha lasciato una pesantissima impronta sulla attività chirurgica nel nostro Paese: interi reparti sono stati accorpati o riconvertiti per assistere il maggior numero di pazienti affetti da coronarovirus; sale operatorie, recovery room e terapie intensive post operatorie sono state convertite per garantire il trattamento intensivo dei pazienti Covid-19. In modo simile moltissimi operatori (anestesisti, chirurghi ed infermieri) sono stati precettati e destinati, chi più, chi meno opportunamente, alla cura dei pazienti Covid-19 ed è stato assunto temporaneamente personale medico ed infermieristico non adeguatamente formato.
ACOI ha attentamente sorvegliato la situazione, anche attraverso sondaggi tra i suoi associati, per comprendere e misurare l’impatto di questi cambiamenti sul territorio, con risultati sconcertanti: le conseguenze delle misure prese contro la pandemia hanno determinato una riduzione di circa l’80% dell’attività chirurgica elettiva ed in alcune realtà fino al 35% di quella in urgenza, salvaguardando solo quelli improcrastinabili sia in regime di urgenza che per patologie oncologiche.
Ma ritardare un intervento chirurgico, per certe patologie la cui evoluzione è strettamente legata al trascorrere del tempo, è fonte di gravi rischi: progressione della malattia oncologica, peggioramento della sintomatologia clinica, cioè aumento della “sofferenza” (globalmente intesa) del paziente, incremento della complessità dell’intervento, maggiore incidenza di complicanze, possibile compromissione del risultato chirurgico e allungamento delle degenze.
Tutti i chirurghi oggi raccontano di dover fronteggiare patologie in stato molto avanzato, come non si vedevano da tempo, e che se fossero state affrontate per tempo si sarebbero risolte con più facilità (o, peggio, si sarebbero potute risolvere!)
L’emergenza in realtà non ha fatto che accentuare criticità già esistenti nel nostro Servizio Sanitario Nazionale, prima vittima, in tempi non sospetti, di sprechi e disorganizzazioni, spesso legate ad una programmazione parcellare senza una visione lunga, d’insieme, finito poi sotto i duri colpi delle “spending review” portate dalla crisi economica degli ultimi anni.
La scarsa organizzazione nell’affrontare la (prevedibile) seconda fase della pandemia ha ulteriormente aggravato il quadro della rete assistenziale chirurgica.
ACOI vuole, regione per regione analizzare questa situazione e aprire un dibattito con i referenti istituzionali per avviare un progetto di riorganizzazione condiviso che permetta alla Chirurgia di ripartire, per il bene dei Pazienti, e per questo ha organizzato una serie di webinar che si svolgono, regione per regione, con i protagonisti locali del mondo ospedaliero e del governo della sanità. L'evento si è già svolto in Piemonte/Val d'Aosta, nel Veneto, in Sardegna e in Umbria. E questo venerdì tocca al Trentino Alto Adige. Puoi iscriverti direttamente sul web, al link indicato di seguito

[Sito web]  [Download del file]


prossime elezioni Presidente Acoi
di Sallustio Pierluca Nicola Massimo Puglia
Numero 610 del 26/03/2021

Gentili colleghi ,
dopo varie riunioni tra Consiglio Direttivo e dei Coordinatori Regionali ed Acoi giovani, nel segno di una continuità istituzionale e per proseguire l'immenso lavoro svolto dall'attuale presidente Prof Marini nel precedente triennio , si è deciso di promuovere la candidatura del Dr. Marco Scatizzi come prossimo Presidente della Nostra Associazione.
Come enunciato nella nostra ultima riunione dei coordinatori, proseguiranno tutte le attività già programmate con ulteriori nuove proposte quali l'acquisizione di una rivista della società, la seconda edizione del corso per periti ed altre nuove proposte che via via si stanno organizzando.
A seguito della pandemia il congresso inizialmente programmato per giugno sarà spostato ad ottobre e chi volesse può continuare ad inviare contributi scientifici secondo quanto già elencato nel sito. sicuramente sarà un congresso differente molto più informatizzato visto la scarsa possibilità di "fraternizzazione".
Per il mese di maggio stiamo organizzando un webinair sugli effetti della pandemia sulla chirurgia in Puglia, e non appena definiremo con precisione il programma, l'evento sarà pubblicizzato e spero nella vostra massiva partecipazione in quanto l'incontro sarà svolto con la partecipazione delle istituzioni direttamente impegnate nell' organizzazione sanitaria in puglia.

vi saluto cordialmente

Dr. P. Sallustio





LETTERA CHIRURGHI TOSCANA
di Giannessi Sandro Toscana
Numero 607 del 14/03/2021





Sondaggio Rapido ACOI
di Sarro Giuliano Lombardia
Numero 600 del 29/01/2021

Carissimi amici
l’ACOI, l’Associazione dei Chirurghi Ospedalieri Italiani, come ben sapete, è una società scientifica che ha come finalità la valorizzazione dell’attività chirurgica nelle strutture Ospedaliere, la promozione e lo sviluppo della attività scientifica, di aggiornamento professionale e di formazione permanente dei propri associati, attraverso programmi annuali di Educazione Medica Continua realizzati in collaborazione con il Ministero della Salute, le Regioni, le Aziende Sanitarie.
Recentemente la chirurgia italiana e tutto il SSN sono stati messi a dura prova dalla Pandemia SARS COV 2, con ridistribuzione delle risorse ed in alcuni casi soppressione delle attività programmate per garantire le esigenze dell’emergenza sanitaria.
In tutta Italia sono stati cancellati dal 70 al 90% degli interventi chirurgici elettivi pari a circa 600000 di cui circa 50000 di chirurgia oncologica.
Inoltre, il blocco delle attività ambulatoriali e di screening, non ha permesso la diagnostica precoce di oltre 100000 tumori in pazienti che non arriveranno ad un intervento chirurgico nei tempi previsti dai protocolli scientifici. Tutti questi ritardi causano l’arrivo oggi in sala operatoria di neoplasie in stato avanzato, talora non più operabili, come avevamo smesso di vedere da anni.
Per confrontarci sulle problematiche assistenziali ed organizzative emerse in questo periodo, abbiamo quindi programmato una serie di Webinar regionali in cui i soci di ogni regione potranno esporre le difficoltà incontrate e le loro proposte.
Per la Lombardia la data del webinar sarà il 12 marzo , a breve vi invierò il programma definitivo.
Per una migliore riuscita del webinar vi invito a rispondere al seguente rapido sondaggio
https://it.research.net/r/quesito_ACOI

Al termine di questo percorso i dati raccolti saranno illustrati agli oltre 5.000 chirurghi invitati e discussi con le Istituzioni preposte per studiare le migliori strategie per la ripartenza, in occasione del Congresso Nazionale ACOI, che si terrà a Milano dal 6 al 9 giugno 2021
Un abbraccio a tutti
Giuliano Sarro




Congresso Nazionale 06.2021 e Webinar regionale 03.2021
di Portale Giuseppe Veneto
Numero 598 del 21/01/2021

Carissimi soci,
vi ricordo la deadline per l’invio di comunicazioni orali o video al congresso nazionale di Milano (giugno 2021). Gli abstracts vanno inviati entro il 31 gennaio p.v. tramite il sito: https://www.acoi.it/nazionale2021/index.html
La segreteria ACOI ricorda a tutti i soci che la partecipazione a qualunque titolo alle sessioni del congresso nazionale dovrà risultare in regola con la quota associativa dell’anno corrente. Pertanto, vi invito a regolarizzare la posizione con le modalità riportate sul sito ACOI:
- Nuova iscrizione: https://www.acoi.it/site/01_acoi/220_diventare_socio.aspx
- Rinnovo quota: https://www.acoi.it/site/01_acoi/110_quote.aspx
- Contatti segreteria: Chiara Bianchi – segreteria@acoi.it - 3666855894
Segnalo inoltre che giovedì 25 marzo p.v. (h.15-17) si svolgerà in streaming congresso regionale a tema nazionale (deciso dal coordinamento scientifico di ACOI) uguale per tutte le regioni, sul covid. Obiettivo del convegno sarà di quantificare a livello regionale la riduzione dell’attività chirurgica registrata nel 2020 ed individuare modalità per la ripresa ed il recupero degli interventi chirurgici non effettuati.
Sono previsti 7 interventi:
1. Come è cambiata l’attività del chirurgo durante l’emergenza covid [FUNZIONARIO DELLA REGIONE]
2. Impatto dell’emergenza covid sull’attività chirurgica: confronto 2019-2020 [CHIRURGO]
3. Comunicazione con i pazienti [ASSOCIAZIONE CITTADINANZA ATTIVA]
4. La strategia regionale per la ripresa dell’attività chirurgica [DIRETTORE GENERALE-SANITARIO]
5. Elementi di appropriatezza organizzativa essenziali per la ripresa [CHIRURGO]
6. Criteri clinici utili alla ripresa dell’attività chirurgica [CHIRURGO]
7. Il ruolo strategico dell’anestesista [ANESTESISTA]
Stiamo definendo i relatori e a breve vi aggiornerò con il programma finale e la locandina ufficiale ACOI dell’evento.
Buon lavoro. un caro saluto e a presto risentirci.
Giuseppe





Comunicazioni del Presidente
di Segreteria Lazio
Numero 593 del 04/01/2021

Carissimi,
a nome mio e di tutto il CD ACOI, voglio ufficialmente comunicare a tutti voi l’importante progetto che la nostra società scientifica si propone per il nuovo anno, ovvero il 39° Congresso Nazionale ACOI che si svolgerà a Milano dal 6 al 9 Giugno 2021 presso la prestigiosa struttura eventi “SuperStudio Events“.
Il 2020 è stato un anno che ha messo a dura prova il nostro sistema sanitario nazionale e, ancora di più, la chirurgia italiana vedendoci costretti a rimodulare il lavoro di tutti i giorni, in troppi casi ad interromperlo e a rinunciare, coerentemente, a eventi scientifici e formativi in presenza, spingendoci a rivedere le tante attività messe a disposizione da ACOI e al servizio dei nostri Soci con modalità non abituali.
La scelta di ACOI di non svolgere eventi in presenza e di proporre la cancellazione di tutti i nostri congressi regionali e del congresso Congiunto 2020, ci è apparsa fin da subito come l’unica decisione attuabile nel rispetto non solo dei Chirurghi Italiani impegnati nell’ affrontare l’emergenza Covid, ma anche delle Aziende. Quelle Aziende che da sempre ci hanno sostenuto ed accompagnato e che, anche in questo momento così difficile, ci hanno permesso di raggiungere i Chirurghi Italiani attraverso iniziative scientifiche e formative parallele in webinar su tutto il territorio nazionale.
Possiamo certamente affermare, nonostante tutto, che i volumi di attività scientifica, formativa e di tutela della nostra professione, sono stati fortemente presenti con i corretti standard tipici dell’ ACOI.
E’ apparso, inoltre, naturale concentrare tutte le nostre risorse per fronteggiare le devastanti conseguenze che la pandemia ha innescato nei nostri reparti e sale operatorie: il blocco dell’attività chirurgica, specie oncologica, la difficile ripartenza, il demansionamento di colleghi chirurghi impegnati nei reparti Covid, il monitoraggio e controllo del contenzioso medico legale, come sempre in crescita. Tanto ci sarà ancora da fare nei prossimi mesi.
La scelta molto impegnativa di Milano nasce dall’esigenza, dalla voglia e dalla consapevolezza di quanto sia importante incontrarci e tutti insieme rilanciare con ancora più forza di quanto sia stato fatto in passato, la Chirurgia Italiana attraverso un programma scientifico, formativo, sociale e politico di altissimo livello.
Attività scientifica, Formazione, Tutela e Tecnologia al servizio del Chirurgo del futuro rappresentano il marchio di fabbrica di ACOI e a Milano rappresenteranno il motore del Congresso.
Saremo ospiti della Lombardia e di Milano proprio per testimoniare che il “Ritorno al Futuro“ possa passare attraverso la terra che più ha sofferto per questa maledetta pandemia.
Con il Comitato Scientifico lavoreremo per realizzare un programma molto dinamico che si baserà sul confronto e la proposta scientifica e che vedrà molti giovani Chirurghi protagonisti.
Tutti noi speriamo di poter condividere con voi questi contenuti e attraverso il Vostro interesse e la Vostra partecipazione costruire INSIEME uno straordinario Congresso Nazionale ACOI che rappresenti la vera rinascita e la grande ripartenza della Chirurgia Italiana.

A nome mio e di tutto il CD ACOI, vi auguriamo BUON LAVORO!

Vacciniamoci così da poterci incontrare e riabbracciare in “SICUREZZA, NUMEROSSIMI A MILANO, CITTA’ DELLA CHIRURGIA 2021”.
BUON 2021 A TUTTI I CHIRURGHI ITALIANI E ALLE LORO FAMIGLIE.

Pierluigi Marini
Presidente ACOI

[Download del file]