NEWS - Riviste

NEWS - Riviste

NEWS - Riviste

NOTIZIE DEL SITO ACOI

Ricerca nel titolo

  


Intercollegiate General Surgery Guidance on COVID-19
FOCUS ON - Autore Segreteria 
Numero 4778 del 30/03/2020

Roma, 30 marzo 2020
“Regolerò il tenore di vita per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio”.
(Giuramento di Ippocrate)

Premesso che trattandosi di pandemia a diffusione per via aerea la copertura di naso e bocca di qualunque soggetto costituisce la prima misura di controllo della diffusione virale.
Il continuo ed improvviso stravolgimento delle nostre abitudini imposto dall’emergenza sanitaria sia nella vita sociale che in ambito professionale, ci impone uno sviluppo rapido e in continuo aggiornamento di raccomandazioni e linee guide secondo l’evidenza scientifica attuale che aiutino i chirurgi a fronteggiare situazioni mai viste.
Allo stato attuale non essendo presenti presupposti per gradi di raccomandazioni ed EBM tali consigli, al fine di non creare ostacoli o peggio ancora prese di posizione o strumentalizzazioni che nulla hanno a che vedere con la nostra mission (il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio) devono essere “necessariamente” contestualizzate alla situazione dell'Ospedale in termini di carico di pazienti COVID, mission e disponibilità di risorse.
La chirurgia d’urgenza e la chirurgia oncologica, ancora più complessa per i nostri pazienti in questo tempo di pandemia, richiede l'applicazione di uno standard nazionale, per minimizzare l’ulteriore rischio di diffusione del contagio Sars-cov2 anche attraverso una maggiore sicurezza per noi chirurghi. Attualmente, ogni paziente acuto, dovrà essere considerato come paziente potenzialmente affetto da COVID-19.
Raccomandazioni:
1. Tutti i pazienti che vengono sottoposti ad interventi chirurgici d’urgenza o i pazienti oncologici non differibili, dovranno essere sottoposti ad anamnesi COVID-19, TC torace (ultime 24 ore) o in caso di impossibilità Rx torace. Tutti i pazienti che vengono sottoposti a TC addome d’urgenza, dovranno eseguire contemporaneamente una TC torace.
2. Tutti i pazienti oncologici dovranno essere sottoposti a Test per COVID-19 almeno 24 ore prima di sottoporsi ad intervento, nel caso di procedura urgente e/o urgente ed indifferibile possibilità di eseguire un test rapido (dosaggio IgG/IgM) ove disponibile.
3. La completa protezione con i DPI previsti è mandatoria per tutto il team chirurgico. Requisito minimo per gli operatori l’utilizzo di mascherina FFP2 + mascherina chirurgica.
4. In assenza di devices di aspirazioni di fumi, l’uso della laparoscopia dovrà essere valutata attentamente a causa della formazione di aerosol potenzialmente infetto. Solo in casi selezionati, in cui la laparoscopia riduce il rischio di mortalità o di morbilità del malato in maniera importante, rimane consentita con le dovute precauzioni (pneumoperitoneo a pressioni più basse possibili, estrazione attenta dei trocars, minimo utilizzo dell’elettrocauterio e a potenza minima possibile)
5. In sala operatoria si raccomanda il seguente standard comportamentale:
- Ridurre al minimo lo staff presente.
- Tutto lo staff dovrà essere protetto con i DPI necessari
- Corretta evacuazione dei fumi per tutti i tipi di energie usate
- I pazienti dovranno essere intubati ed estubati in sala operatoria con il minimo dello staff in sala presente.
6. La protezione visiva è sempre indicata in tutte le manovre sul paziente come ad esempio il posizionamento di un sondino nasograstrico per l’elevato rischio generato dall’effetto aerosol che si genera.
7. Eseguire solo manovre endoscopiche urgenti in questa fase di pandemia.

Cordiali saluti
Il Presidente Nazionale ACOI Pierluigi Marini
Il Presidente Nazionale SIC Paolo De Paolis

  

  Allegato



Coronavirus: Marini, gran lavoro chirurghi in momento difficile
RASSEGNA STAMPA - Autore Segreteria 
Numero 4735 del 16/03/2020

Coronavirus: Marini, gran lavoro chirurghi in momento difficile = AGI0887 3 CRO 0 R01 / Coronavirus: Marini, gran lavoro chirurghi in momento difficile = (AGI) - Roma, 16 mar. - "I chirurghi in tutti gli ospedali di Roma così come d'Italia stanno facendo un lavoro straordinario, portando avanti con la professionalità che ha fatto scuola in tutta Europa la nostra professione, ora più che mai perché' il sistema sanitario italiano e del Lazio sono sotto stress e in trincea. Sta vincendo il grande lavoro di squadra tra medici, infermieri e chirurghi con uno straordinario spirito di solidarieta'". Lo dice il presidente di ACOI professor Pierluigi Marini. "Siamo impegnati a garantire ogni tipo di urgenza chirurgica e la chirurgia oncologica, cos'come siamo pronti nei pronto soccorso a consulenze o ad affiancare i nostri colleghi. E' un momento difficile per tutti, stiamo lavorando ogni giorno con i colleghi anestesisti per studiare percorsi alternativi in particolare negli ospedali che stanno dando priorità ai pazienti Covid-19. Abbiamo notato, ma è prematuro trarre un bilancio, una riduzione dei grandi traumi che puo' essere conseguenza del blocco della mobilità nelle nostre città e nella Capitale. Sono molto soddisfatto della ripresa delle donazioni di sangue in particolare da parte dei giovani che ci sta permettendo di eseguire tutti gli interventi di energia maggiore. A loro - conclude Marini - così come ai tanti cittadini che si mettono in fila per donare va il grazie di chi è in sala operatoria e deve salvare vite umane". (AGI)Red/Pgi 161555 MAR 20  

  Allegato


Comunicazione Presidente Marini
FOCUS ON - Autore Segreteria 
Numero 4730 del 16/03/2020

Cari amici,
La condizione che stiamo vivendo da Chirurghi, da Medici, da Genitori o Figli richiede di dare ancora di più di quello che ogni giorno eravamo abituati a dare, unendoci ai Medici delle altre specialità per combattere l’angoscia, la fatica il dolore di vedere Colleghi che si ammalano o che tragicamente ci lasciano per aver sostenuto le attività nei nostri Ospedali e assistito i nostri Pazienti contro l’epidemia da Covid-19.
Siamo costretti, come dicono gli amici della SIAARTI, a ragionare e forse rivedere principi come appropriatezza clinica, proporzionalità delle cure, giustizia distributiva e allocazione di risorse. Tali principi si sono imposti drammaticamente in alcune regioni e potrebbero diventare altrettanto drammaticamente attuali in altre.
Noi siamo i Chirurghi Italiani ed in questo momento la nostra Coscienza, la nostra Etica e la nostra Professione ci spingono a combattere ogni giorno, insieme ai nostri Colleghi, questa grande battaglia contro la più grande emergenza sanitaria che il nostro Paese abbia vissuto in questi ultimi decenni.
Dobbiamo essere estremamente razionali sulle priorità cliniche specie nelle zone critiche. C’è consenso generale e condiviso anche con le istituzioni nel garantire le cure Chirurgiche in ogni tipo di urgenza e ai malati oncologici rivedendo la dove necessario i percorsi assistenziali anche alternativi a quelli tradizionali, con l’unico principio ispiratore di garantire ai nostri Pazienti il massimo della qualità e della sicurezza delle cure che è poi il nostro motto. Quando sarà necessario costruire una rete che permetta di spostarsi dal proprio ospedale ad un altro per garantire nei tempi corretti le nostre cure ai Pazienti Oncologici ebbene lo abbiamo già fatto e lo faremo tutte le volte che servirà, muovendoci sempre di concerto con gli amici Anestesisti. E’ necessario eseguire sempre per i Pazienti che devono ricoverarsi in elezione oncologica il triage domiciliare per verificare lo stato generale di salute di chi deve entrare nei nostri reparti.
Credo che quello che sta accadendo in Italia cambierà o meglio dovrà cambiare l’assetto e l’impostazione di molte delle attività afferenti al nostro sistema sanitario.
Non è questo il momento di parlare di queste cose, oggi è il momento di lavorare, lavorare e ancora lavorare, non perché siamo degli “Eroi” ma perché noi siamo questo.
Sapete bene quello che penso e dico da anni e quando tutto questo sarà finito ci organizzeremo per incontrarci, con tutta la comunità dei Chirurghi Italiani, per il piacere di vederci e per parlare di futuro. Pensare e parlare oggi di futuro servirà a vincere l’angoscia di questo drammatico periodo.
Grazie per quello che state facendo. Grazie a tutti i Colleghi, agli Infermieri, ai Tecnici, ai Volontari e a tutto il personale che a vario titolo lavora nelle strutture sanitarie.
ACOI non chiude e non esitate a contattarci e contattarmi personalmente per ogni motivo riteniate utile. Stiamo monitorando con tutto il Consiglio Direttivo attraverso tutte le fonti quello che sta accadendo in Italia e tutti noi siamo al vostro servizio.
Un caro abbraccio a Voi e alle vostre Famiglie.
A presto
Pierluigi Marini
Presidente ACOI
  

  Allegato


Allarme CoronaVirus
FOCUS ON - Autore Segreteria 
Numero 4667 del 24/02/2020

La progressiva diffusione del contagio da Coronavirus CoViD-19 nel Paese ha determinato l’adozione di una serie di norme urgenti (nel pdf allegato i riferimenti e i link ai documenti originali) che impattano sulla attività formativa di ACOI.
Le Autorità competenti hanno adottato misure di gestione proporzionate all’evolversi della situazione, che in molti casi hanno previsto il divieto di accesso ai comuni interessati, la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato. Al 5 marzo, con 3089 ammalati confermati in Italia per infezione da Coronavirus, le misure restrittive adottate per contenere la diffusione del contagio hanno comportato la cancellazione di numerosi eventi programmati per l'immediato futuro,, ma come è facile immaginare, con una situazione in continua evoluzione, i blocchi alla mobilità e alle riunioni di qualsiasi genere potrebbero estendersi. Nell'allegato qui di seguito elenchiamo gli eventi cancellati e, ove noto, la data del possibile rinvio; l’elenco deve essere considerato provvisorio, e sarà soggetto a continuo e costante aggiornamento, per cui vi invitiamo a verificare la situazione di tanto in tanto, visitando questa pagina e scaricando l'allegato (Versione attuale: 5 marzo 2020. Attenzione! Ricordate di cancellare la Cronologia di Navigazione del vostro browser, altrimenti scaricherete solo una copia dell'ultimo file già scaricato e non la versione aggiornata!).
  

Sito web   Allegato


Congresso Congiunto 2020
FOCUS ON - Autore Segreteria 
Numero 4615 del 16/01/2020

Auguri del Presidente
FOCUS ON - Autore Segreteria 
Numero 4584 del 01/01/2020

Cari amici,
vi scrivo al termine di un anno per me molto impegnativo ma di grande soddisfazione.
Il nostro congresso Nazionale di Matera è stato un momento di grande attività scientifica, culturale e sociale che non potrò mai dimenticare.
L'attività formativa dei nostri numerosi Corsi e delle Scuole Speciali ha ricevuto un altissimo gradimento da parte dei Discenti e dei Docenti.
Chiudiamo l'anno con quasi 600 nuove iscrizioni e tantissimi giovani. Cosa mai accaduta in precedenza.
Tutto questo mi riempie di orgoglio e mi spinge a continuare su questa strada con sempre maggiore impegno.
Il 2020 sarà un anno molto importante per la Chirurgia Italiana. L'ACOI è pronta a sostenere senza se e senza ma la nascita della SOCIETA' UNICA DI CHIRURGIA . Ne abbiamo parlato nel corso della nostra "partecipatissima" assemblea a Matera , ed il sostegno dei presenti è apparso totale. Ho replicato sull'argomento in ogni occasione durante i miei numerosi viaggi per l'Italia ricevendo grande consenso.
Io ci credo e farò tutto il possibile perchè l'operazione possa andare a buon fine.
Vi terrò continuamente informati su ogni passaggio, con ogni mezzo disponibile, anche per ricevere le vostre opinioni.
Infine proseguendo il percorso ACOI sulla tutela dei nostri Soci e della Nostra Professione, Vi comunico con grande piacere che ho appena firmato l'accordo con lo Studio Legale Cirese per la TUTELA LEGALE PRESSO LA CORTE DEI CONTI, che sarà Attiva, Gratuita e senza alcuna Franchigia dal primo gennaio 2020 per i Soci in regola.
Permettetemi di ringraziare tutti i miei meravigliosi amici del Consiglio Direttivo Nazionale, I Coordinatori Regionali, Chiara, Mario e tutta la Segreteria ACOI.
Grazie per il grandissimo lavoro fatto.
A tutti i Soci ACOI e alle loro famiglie Tanti Auguri di Buon Natale ed un anno 2020 ricco di serenità e successi.

Buona Chirurgia a tutti
Piero Marini
  

  Allegato